Pratica, elegante e inventiva: gli elementi della nostra moda

News

Gli ingredienti giusti per determinare il successo? Secondo noi sono questi, più uno a sorpresa!

27/02/2018

La giornalista Liliana Gregori nel suo articolo "Il tempo passa e il 2000 si avvicina" presentava il Tergal, il nuovo tessuto misto di lana e plastica che, diceva, avrebbe cambiato la vita delle massaie in quanto non si doveva stirare e si lavava con acqua e sapone. Rileggerlo oggi fa un certo effetto, non trovate? Il Tergal venne presentato a Parigi da vari stilisti e proprio nel corso dell'evento, venne coniato lo slogan per identificare la moda maschile del 1958: "Pratica come l'americana, elegante come l'inglese, inventiva come l'italiana".

Si può tranquillamente dire che Angelo Litrico era un po' tutte e tre. Nel maggio del 1958 era arrivato anche in Brasile, dopo l'Inghilterra e la Russia, e veniva fermato per la strada per firmare autografi come una vera star. Questi viaggi, queste commistioni continue con nuovi mondi e nuovi clienti, furono quello che tanti stilisti italiani non avevano: un'ispirazione pratica, fatta da esperienze in grado di cambiare punti di vista. Litrico, che di inventiva ne aveva tanta, non poteva mancare neanche delle altre due qualità. Perché vestire un cliente, parlare con lui ogni giorno, capire a cosa serve quell'abito che sta chiedendo, richiede praticità. Il fatto che lo voglia fatto a mano, su misura, significa eleganza. Lasciare carta bianca al proprio sarto significa appellarsi alla sua capacità di perndere quei canoni e farne qualcosa di nuovo. Così nacque anche la linea Super 58: abiti dal taglio veramente internazionale, che piacevano a tutti e portavano il gusto italiano a non conoscere lingue né confini.

Con la Maison Litrico si è sempre parlato di moda vissuta. I suoi modelli erano sì frutto dell'estro e della creatività, ma i suoi clienti erano persone reali, con necessità e posizioni rilevanti, che era un'altra fonte di ispirazione. Ma manca un ingrediente per rendere questa ricetta davvero vincente. Il gusto, l'eleganza, e la creatività, si uniscono all'elemento principale: la disinvoltura. Con questa, Litrico aveva portato i riflettori di tutto il mondo sulla moda maschile italiana. Ci aveva presentato al mondo così come siamo. Attraverso battute  sferzanti, interviste alla radio inglese parlando siciliano, e con il savour faire tipico del nostro paese era finito in Brasile a organizzare il Festival della Moda Italiana. 

Alcuni potrebbero definirla sfrontatezza. Ma noi sappiamo che è molto di più: è la forza quasi inconsapevole che ti dà il fare un lavoro che rispecchia la tua natura, senza mai dimenticarsi di essere umili davanti alla fortuna di poterlo fare ogni giorno.

 
Per la scrittura di questo articolo abbiamo utilizzato fonti dell'archivio storico della Maison Litrico:
 
Il tempo passa e il 2000 si avvicina: www.litricomoda.com/photo?ID_DOC=813
Correttezza e disinvoltura: www.litricomoda.com/photo?ID_DOC=211
I capi di stato devono vestire bene: www.litricomoda.com/photo?ID_DOC=190
 
 
 
Sartoria a Roma - Abiti su misura - Alta sartoria maschile - Sartoria Litrico Moda

Luca Litrico ha negli occhi la luce di chi ama il proprio lavoro e nelle mani l’esperienza di chi, da sempre, ha vissuto nell’ambiente dell’alta moda maschile. Parlare con lui è come fare un bel viaggio nel passato, in quell’Italia fatta di stile ed eleganza, che ci ha reso unici e riconoscibili nel mondo. Osservarlo mentre crea le sue collezioni, ti fa apprezzare l’unicità del prodotto artigianale italiano, e vederlo partire per le più diverse destinazioni del modo per realizzare un abito su misura, ti fa capire quanto lui ami quello che fa. Luca che è cresciuto fra rocchetti di filo, scampoli di tessuto e amore e passione per quello che si fa. Ha anche avuto il privilegio di vedere uomini come Mastroianni o Gassman mentre si facevano “cucire addosso” i loro abiti. Un uomo fortunato che ha avuto uno zio ed un padre che non solo gli hanno trasmesso la maestria dell’alta sartoria maschile, ma che lo hanno fatto crescere in quel mondo degli anni 50/60 che hanno segnato lo stile italiano nel mondo. Luca ha assorbito completamente la visione e la filosofia dello stile LITRICO riadattandolo per essere comunque contemporaneo. Reinterpretando costantemente la società, riconoscendo le esigenze sempre diverse dell'uomo moderno, Luca Litrico continua a creare abiti caratterizzati da "quel quid" che rende ogni suo capo unico ed inconfondibile". Ogni collezione, prodotta interamente in Italia, è caratterizzata dall'impiego di materiali nuovi e ricercati, raffinati, necessari per la realizzazione di modelli unici per bellezza e qualità.